weight loss ticker

Diet weight loss

07 gen 2009

OGGI MI STO DAVVERO TORTURANDO

Bene i miei buoni propositi stanno proseguendo senza cedimenti e fin qui tutto bene se non fosse che i sensi di colpa per gli ultimi tempi mi tormentano...non riesco a credere di essere caduta così in basso...non riesco a credere che abbiano vinto loro non riesco a credere che siano riusciti a farmi ingrassare così tanto...non riesco a vedermi allo specchio non riesco a non pensare a quanto faccio schifo...però trovo un pò di conforto leggendo la lettera di ana , ogni volta che la leggo mi da un pò di forza in più mi motiva mi da grinta mi fa credere che io ce la posso fare..che tutti noi possiamo farcela. Tuttavia per punirmi anche non avendo sgarrato ho deciso di prendere dei lassativi...7 pillole di preciso...sono due giorni che vado avanti a acqua e limone con un caffè oggi nel pomeriggio...non immaginate i dolori le budella mi si rivoltano ma questo dolore me lo merito sono io che ho sbagliato sono io che ho che ho ceduto e per quanto i miei mi abbiano rimpinzata come un tacchino sono io che sono ingrassata sono io che mi porto addosso i kg in più sono io che faccio schifo sono io che sono una palla di lardo e sono io che NON SARO' MAI ABBASTANZA MAGRA...

Credo che tutti conoscano la lettara di ana ma comunque la posto lo stesso per chi non la conoscesse per chi volesse trovare una fonte di conforto...qui di sotto riporto la lettera un abbraccio a tutti torno a lottare con il mio dolore dentro i miei silenzi e le mie lacrime...a presto...


LETTERA DA ANA

''Permettimi di presentarmi. Il mio nome, o quello datomi dai cosiddetti "medici", è Anoressia. "Anoressia Nervosa" è il mio nome per esteso, ma tu puoi chiamarmi Ana. Possiamo diventare auspicabilmente grandi socie. Nei prossimi tempi, investirò molto tempo con te, e mi aspetto lo stesso da parte tua. In passato avrai appreso che tutti i tuoi insegnanti e i tuoi genitori hanno parlato di te come " così matura ", " intelligente ", con "così tanto potenziale". Domanda: questo ti basta? Assolutamente no! Non sei perfetta, non fai abbastanza fatica, più avanti non potrai più perdere il tuo tempo a pensare, a parlare con gli amici e a disegnare! Tali atti di indulgenza non saranno permessi in futuro. I tuoi amici non ti capiscono. Non sono imparziali. In passato, quando l'insicurezza ha rosicchiato tranquillamente la tua mente, e tu hai chiesto loro: " Ti sembro ... grassa?", ti hanno risposto " Oh no, certo che no! " e sapevi benissimo ti stavano mentendo! Solo io dico la verità. I tuoi genitori figuriamoci! Sai che ti vogliono bene e che a loro importi, ma questo è il loro ruolo, e sono obbligati a svolgerlo. Ora ti rivelerò un segreto: nel loro io più profondo, sono delusi da te. La loro figlia, quella con tante potenzialità, si è trasformata in una ragazza grassa, pigra e immeritevole. Ma sono qui per cambiare tutto questo. Mi occuperò di far diminuire il tuo apporto calorico e farti aumentare l'esercizio fisico. Ti spronerò al limite. Dovrai accettarlo, perchè non puoi sfidarmi! Sto iniziando a introdurmi dentro di te. Ben presto sarò sempre con te. Sono con te quando ti svegli al mattino e quando corri su per le scale. Le persone a dieta diventano sia amiche che nemiche e nei tuoi pensieri frenetici pregherai di essere calata rispetto a ieri, alla scorsa notte, ecc. Guardati con sgomento nello specchio. Sollecita e scaccia il grasso che è là e sorridi quando sporgeranno le ossa. Sono con te quando formuli il tuo plan quotidiano: 400 calorie, 2 ore di esercizio fisico. Sono io che faccio questo, perché da ora i miei pensieri e i tuoi sono fusi insieme come fossero uno. Ti seguo durante il giorno. A scuola, quando la tua mente vaga, ti dò qualcosa a cui pensare. Riconta le calorie della giornata. Sono troppe. Riempio la tua mente con pensieri sul cibo, sul peso, sulle calorie e cose che a pensarle danno sicurezza. Perché ora, sono già dentro di te. Sono nella tua testa, nel tuo cuore e nella tua anima. La fame dà dolore, e tu fingi di ritenere che io non sia dentro di te. Ben presto ti dirò che cosa fare non solo col cibo, ma che cosa fare TUTTO il tempo. Sorridi e annuisci. Presentati in buono stato. Risucchia quel grasso che hai nello stomaco, maledizione! Dio, sei una tale vacca grassa!!! Ti dico cosa fare quando arrivano le ore dei pasti. Faccio un sembrare un piatto di lattuga come una festa andata bene ad un un re. Rifiuta il cibo. Fai credere di aver mangiato qualcosa. Nessun pezzo di qualsiasi cosa ......se mangi, tutto il controllo verrà spezzato...E' questo che DESIDERI?? Ritornare di nuovo ad essere la VACCA GRASSA che eri una volta?? Io ti costringo a fissarti sulle modelle delle riviste. Quella magrezza perfetta, i denti bianchissimi, quell'oggetto di perfezione che ti fissa da quelle pagine lucide. Ti faccio rendere conto che non potresti mai essere una di loro. Sarai sempre grassa e non sarai mai bella come loro. Quando guarderai nello specchio, distorcerò l'immagine del tuo riflesso. Ti mostrerò obesa e ripugnante. Ti mostrerò un lottatore di sumo dove in raltà c'è un bambino affamato. Ma tu non lo devi sapere, perché se venissi a sapere la verità, potresti ricominciare a mangiare e il nostro rapporto finirebbe per schiantarsi. Talvolta ti ribellerai. Si spera comunque non spesso. Riconoscerai la piccola fibra ribelle lasciata nel tuo corpo e ti avventurerai fino alla cucina oscura. La porta di credenza si aprirà lentamente, cigolando dolcemente. I tuoi occhi si sposteranno sopra il cibo che ho tenuto a una distanza sicura da te Ritroverai le tue mani ad allungarsi, letargicamente, come un incubo, attraverso l'oscurità verso il pacco dei crackers. Li butterai giù, meccanicamente, in realtà non per gustarli, ma semplicemente per godere del fatto che ti opponi a me. Raggiungi un'altra scatola,poi un'altra, e un'altra ancora... Il tuo stomaco diventerà gonfio e grottesco, ma ancora non ti fermerai. Tutto il tempo ti grido di fermarti, tu vacca grassa, tu realmente non hai nessun controllo di te stessa, tu ingrasserai. Quando ti sarà addosso ti riaggrapperai a me, mi chiederai consiglioperché in realtà non vuoi ingrassare. Hai infranto una regola cardinale e hai mangiato, e ora mi vuoi. Ti trascinerò in bagno, sulle tue ginocchia, a fissare nel vuoto della tazza del cesso. Le tue dita saranno ti si cacceranno in gola e, non senza un bel po' di sofferenza, la tua festa di cibo risalirà. Questo deve essere ripetuto, fino a quando non sputerai sangue e acqua e ti renderai conto che è tutto andato. Quando ti rialzerai, avrai una sensazione di vertigine. Non svenire. Alzati immediatamente. Tu vacca grassa questo dolore lo meriti! Forse la scelta di sbarazzarsi della colpa è diversa. Forse ho scelto di farti prendere lassativi, dove ti siedi sul cesso fino alle prime ore del mattino, sentendo le tue viscere rimpicciolirsi. O forse ti faccio fare solo del male da te.Tirare testate contro il muro fino a quando non ti prendi un'emicrania palpitante. Anche tagliarsi è efficace. Voglio che vedi il tuo sangue, che lo vedi colare giù lungo il tuo braccio e in quell'attimo ti renderai conto conto di meritare qualunque dolore io ti infligga. Sei depressa, ossessionata, dolorante, ferita, ti protendi, ma qualcuno ascolterà? Chi se ne frega ? !? Sei meritevole; hai portato questo su te stessa. Oh, tutto ciò è rigido? Non vuoi che questo ti succeda? Sono ingiusta? Io faccio cose che ti aiuteranno. Lo rendo possibile perché tu la smetta di pensare ad emozioni che ti causano tensione. I pensieri di rabbia, di tristezza, di disperazione e di solitudine possono cessare perché li porto via e riempio la tua testa col metodo di contare le calorie. Porto via la tua lotta da adattarti con chi prende in giro la tua età, la lotta del tentativo soddisfa chiunque. Perché ora, sono la tua unica amica e sono l'unica di cui hai bisogno per piacere. Ho un punto debole. Ma non dobbiamo informarne nessuno. Se decidi di contrastarmi, tenderti verso qualcuno e dirgli come vi rendo vivi, tutto l'inferno si libererà. Nessuno deve scoprire, che nessuno può rompere questo rivestimento con cui ti ho coperta. Io ho creato te, questa sottile, perfetta, bambina di successo. Sei mia e mia e sola. Senza di me, non sei nulla. Quindi non combattermi così. Quando gli altri commentano, ignorali. Passaci sopra, dimenticati di loro, dimenticati di chiunque provi a portarmi via. Sono il tuo bene più grande e intendo mantenere questa cosa. Sinceramente, Ana - ''

3 commenti:

Anonimo ha detto...

CIAO CHIUNQUE TU SIA......HO TROVATO IL TUO BLOG CON MOLTA FACILITA', SONO DUE ANNI CHE GIRO I BLOG\SITI PRO ANA E PRO MIA (HO UN BLOG DOVE HO TRATTATO + VOLTE TALI PROBLEMI),E OGNI VOLTA NON RIESCO A NON STARCI MALE O A NON INDIGNARMI PER LA MAREA DI "CAZZATE" CHE TROVO, COME QUESTA LETTERA DI "ANA" CHE CAMBIA DI BLOG IN BLOG.
"ANA" NON ESISTE, NON E' NULLA DI NULLA, NON E' UNA COSA CONCRETA, PALPABILE,TOCCABILE,NON FA NULLA DI NULLA...E' SOLO NELLA TESTA DI CHI VUOLE VEDERLA, DI CHI HA BISOGNO DI ATTACCARSI A SOSTEGNI MALATI COME I DCA (DISTURBI DEL COMP. ALIMENTARE)....SCOMMETTO CHE DIETRO ALLA TUA ANORESSIA NERVOSA SI NASCONDO ALTRI PROBLEMI, NON SO' DI CHE NATURA E NON VOGLIO CHIEDERTELI MA CI SCOMMETTO. NELLA MAGGIRO PARTE DEI CASI UNA PERSONA NON VUOLE ESSERE MAGARA, MA SOLO SPARIRE PER COMPENSARE ALTRI DISAGI INTERNI.SBAGLIO?
CI SONO SPECIALISTI PREPARATI E SERI CHE POSSONO AIUTARTI AD USCIRE DA QUESTA MALATIA (PERCHE' LO E'), CHE POSSONO RIDARTI UNA VITA SANA, CERTO CON PAZIENZA E TEMPO, MA E' POSSIBILE....PROVACI !
jack
(angeloimpertinente.spaces.lice.com)

micol@ana ha detto...

caro jack tu puoi pensare quello che vuoi se una persona non ci è dentro non può capire io non mi permetto di certo di giudicare quello che fanno le altre persone pertanto per quanto tu possa essere informato sul cosa sia essere pro ana ti faccio fare una riflessione...sai davvero cos'è?cosa si prova?come ci si sente?io credo di no!!!se non ci sei dentro non puoi assolutamente saperlo non puoi assolutamente capire non è per essere scortese, assolutamente, ma ti chiedo di lasciar perdere non è una cosa che ti compete...potrai lasciarmi post all'infinito tanto per me non cambia niente.Comunque per la cronaca il mio unico disagio è quello di vivere in un corpo orrendo!!!Su una cosa hai ragione... è vero ana non è palpabile, non è concreta ma per chi vive con ana, ana è tutto...

Anonimo ha detto...

O mio Dio.leggo queste parole scritte nella lettera da Ana..e piango..piango perchè nn potete uccidervi così..piango xkè nn capite qll ke fate..piango xkè nn fate altro ke rovinarvi la vita..Micol..ti supplico..fatti aiutare..Ana nn ti porterà da nessuna parte.